Consorzio di Tutela della I.G.P.
Riso Nano Vialone Veronese

chicchi di riso

Lavorazione

I processi di lavorazione del Riso Nano Vialone Veronese I.G.P. sono effettuati con apparecchiature dalla tecnologia molto avanzata, ma continuano ad essere nella sostanza molto semplici. Il riso arriva ai consumatori senza aver subito alcun trattamento chimico e nessuna manipolazione.

Il risone (riso grezzo), prima di essere immagazzinato nelle aziende per la lavorazione, viene asciugato in impianti ad aria calda. Il Riso Nano Vialone Veronese I.G.P., per poter essere confezionato, dovrà risultare infatti al di sotto del limite del 14% di umidità. Un’altra caratteristica che assicura all’acquirente un prodotto di qualità, gustoso e non facilmente deteriorabile.

I granelli, dapprima liberati dagli strati esterni, subiscono la sbiancatura, risultato di un semplice processo meccanico di sfregamento. Vengono quindi sottoposti a una selezione con griglie a lettori ottici capaci di riconoscere, separandoli, impurità e chicchi difettosi. A questo punto il candido Riso Nano Vialone Veronese I.G.P. è pronto per essere impacchettato e proposto ai consumatori.

La sigla I.G.P., che deve risultare ben chiara sulla confezione, è un’inequivocabile garanzia per l’acquirente che il riso contenuto nel pacchetto è tutto Riso Nano Vialone Veronese, cioè un prodotto puro e genuino. Qualsiasi aggettivazione aggiuntiva è superflua. Le confezioni di questo riso sono numerate secondo le indicazioni fornite dall’Ente Certificatore.

logo Consorzio
Consorzio di Tutela della I.G.P. Riso Nano Vialone Veronese
info@risovialonenanoveronese.it
risoveronese.igp@gmail.com
REA VR385888 - Partita IVA 0403070 023 3
Privacy - Cookie
web e comunicazione: www.studioiride.it